Pagine

domenica 24 maggio 2015

Ricette Fiorite

Eccoci al nostro appuntamento domenicale che oggi sarà...
gustoso

Foto di Silvia un assaggio di Confetti all'Incantesimo Fiorito
Mousse di caprino arcobaleno
Impastare dei tomini caprini con panna liquida, sale, pepe, erba cipollina trita e foglie di geranio tritati grossolanamente, formando un composto denso e spumoso.
Servite dentro una foglia di lattuga contornata da listerelle di pomodoro.
Salsa floreale (per pasta)
Soffriggere uno spicchio d’aglio, aggiungere dei pomodori tagliati a quadretti, basilico e petali di girasole, di rosa, e di garofano triti. Cuocete per 15 minuti.
Servite spolverando la pasta così condita di semi di papavero.
Risotto alle Rose
Soffriggere una cipolla tritata, aggiungere una manciata di riso per ogni persona, bagnare con vino bianco, far evaporare e cuocere coprendo di brodo vegetale. Nel mentre tritare finemente delle foglie di prezzemolo. A cottura ultimata mantecate con burro, petali di rosa, panna e parmigiano.

Servite impiattando contornando con alcune foglie d’alloro e spolverizzate con petali di rosa tritati grossolanamente.
Panna cotta ai fiori d’arancio
Ammollare tre fogli di gelatinae aggiungerli a circa ½ litro di latte zuccherato e una bustina di zafferano, portare ad ebollizione, lasciate raffreddare e nel mentre montate la panna, il quantitativo pari del latte. Incorporate la panna montata al latte e all’ultimo aggiungete dei fiori d’arancio. Disponete in bicchieri che vi serviranno da formina e lasciate raffreddare in frigorifero.
Per servire rovesciate il prodotto nel piatto aiutandovi con un coltellino, decorate con salsa ai frutti di bosco e fiori d’arancio.

domenica 17 maggio 2015

Fiori e Segni Zodiacali

Foto di Silvia

Esistono suggestive letture dei segni zodiacali che suggeriscono accoppiamenti privilegiati tra simboli e fiori. 

Di seguito vi proponiamo una lista delle preferenze più diffuse; per gli appassionati del genere potrebbe costituire uno spunto affascinante: 

A OGNI SEGNO IL SUO FIORE 

- ARIETE: GINESTRA 

- TORO: ROSA 

- GEMELLI: GAROFANO 

- CANCRO: NINFEA 

- LEONE: GIRASOLE 

- VERGINE: MARGHERITA 

- BILANCIA: GIGLIO 

- SCORPIONE: ORCHIDEA 

- SAGITTARIO: FIORI DI PESCO 

- CAPRICORNO: NARCISO 

- ACQUARIO: MIMOSA 

- PESCI: GELSOMINO

domenica 10 maggio 2015

Amore e Rose

Benvenuti al nostro terzo appuntamento sui fiori,
oggi parliamo del fiore più amato durante le ricorrenze...

Image and video hosting by TinyPic

Una Rosa per te…

1 Rosa: amore a prima vista
2 Rosa: accordo segreto
3 Rosa: ti amo
7 Rosa: voglio essere tuo
9 Rosa: insieme per tutta la vita
10 Rosa: sei perfetta
11 Rosa: sei il mio unico tesoro
12 Rosa: resta con me
13 Rosa: travolgente passione segreta
15 Rosa: sono davvero pentito dei miei errori
20 Rosa: sinceramente tuo
21 Rosa: mi affido a te
24 Rosa: sempre nei miei pensieri
33 Rosa: profondo e inestimabile amore
36 Rosa: per ricordare i nostri momenti
100 Rosa: ti sono devoto
101 Rosa: sei la cosa più importante
108 Rosa: mi vuoi sposare?
144 Rosa: ti amerò eternamente
365 Rosa: ti amo ogni giorno
999 Rosa: il mio amore non avrà fine

domenica 3 maggio 2015

Fiori & Sentimenti

Eccoci giunti al secondo appuntamento della rubrica
domenicale sulle curiosità di fiori & fate...
l'altra settimana vi ho elencato i fiori coi relativi significati,
stavolta andremo più nello specifico spiegando quali sono i fiori che riguardano i vari sentimenti...

Image and video hosting by TinyPic


AMICIZIA 
Ah l'amicizia! I fiori che la esprimono sono il mughetto e il glicine. Quest'ultimo simboleggia la dolcezza e la disponibilità e quindi in senso traslato è adatto per un'amica. La fresia, simbolo di amor platonico, è altrettanto appropriata per essere regalata in amicizia, così come l'acacia bianca, dal medesimo significato. 



AMMIRAZIONE 

Se volete comunicare stima e ammirazione, i fiori più indicati sono la camelia e il fior di loto. La camelia è diventata una celebrità tra i fiori per essere stata il fiore preferito di Margherita, la protagonista del romanzo di Alexandre Dumas figlio, LA SIGNORA DELLE CAMELIE. Alcuni danno alla scelta di questo fiorre il significato negativo di freddezza e distacco. In realtà la fissità e la perfezione della corolla e la varietà dei colori, ne fanno un fiore elegante
con un''allure romatica. 
Il fior di loto, o ninfea, deve la sua fama anche alla classica posizione yoga e alla perfezione armoniosa che simboleggia. 

AMORE 
Innegabile l'associazione amore e rose rosse. Almeno una volta nella vita, tutte le donne dovrebbero esserne destinatarie. Esistono però anche altri fiori con i quali è possibile comunicare questo sentimento; è il caso del garofano rosa, che significa amore reciproco, l'iris giallo ardore e passione, l'ibisco passione fisica, l'eliotropo voluttà. Ma l'amore perfetto è simboleggiato dal tulipano. Il sultano delle MILLE E UNA NOTTE ne lasciava cadere uno rosso ai piedi di una donna dell'harem per farle capire che era la prescelta. Secondo una leggenda popolare, invece, erano le odalische a lanciarli per mandare messaggi agli innamorati perduti. La leggenda più antica che lo riguarda, di origine persiana, sostiene che il fiore sia nato dalle gocce di sangue di un giovane suicidatosi per una delusione amorosa. Comunque sia, il tulipano è il fiore che parla d'amore. Oggi il suo significato allude a relazioni equilibrate e perfette. 

BELLEZZA 
La calla e l'orchidea sono i fiori che meglio si prestano per esprimere ammirazione per la bellezza di una persona. La prima, per le sue linee pure ed essenziali, si adatta a una donna dotata di una bellezza sobria e raffinata, la seconda invece è indicata per una donna di un fascino misterioso, di un'eleganza impegnativa e raffinata, molto sensuale. Odette, nel libro di Proust ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO, portava sui capelli e nella scollatura un mazzetto di orchidee. 

DIFFIDENZA 
Per esprimere diffidenza i fiori più indicati sono il ciclamino e la lavanda. Nel terzo secolo a.C. il ciclamino era usato per stimolare l'amore e la sensualità ( tipo peperoncino, insomma): si pensava anche che possedesse proprietà terapeutiche contro il veleno dei serpenti e per questo gli era stato attribuito un potere magico, capace di allontanare il maleficio e di influire sulle vicende amorose. L'essenza del ciclamino è ritenuta un portafortuna. In seguito, il suo significato si è mutato per adattarsi meglio al fatto che in realtà il veleno lo contiene lui, nelle radici. La lavanda da secoli viene usata per profumare la biancheria, per dare profumo all'acqua di Colonia e come erba medicinale. In passato era sparsa sul pavimento per tenere lontano tarme e insetti. Secondo una tradizione popolare i serpenti amano dimorare sotto i cespugli di lavanda; per questo la gente cominciò a diffidare della pianta che finì per
esprimere proprio quel sentimento. 

FEDELTA'
Il myosotis o non-ti-scordar-di-me rappresenta la fedeltà insieme al garofano bianco. Due leggende, una austriaca e una islamica, che parlano del myosotis hanno la comune indicazione per la fiducia nell'amore eterno. Chi lo regala dichiara l'impegno duraturo dei propri sentimenti. 

FELICITA'
In Oriente, se gli innamorati regalano all'amata un fiordaliso è perché vogliono esprimere la speranza di ottenere la felicità da lei. Questo fiore rappresenta anche da noi la delicatezza e la felicità che arrivano con il primo amore. Un tempo, se una fanciulla portava un fiordaliso voleva dire che era disposta al matrimonio. Se un giovane si metteva un fiordaliso nel taschino era innamorato e se il fiore non appassiva, era segno che si sarebbe sposato; se moriva, doveva trovarsi un'altra innamorata. Di qui il nome '' bocciolo delle scapolo''. 

FORZA 
Intesa come forza d'animo, è ritenuta una virtù tipicamente femminile. L'uomo che intendesse rendere omaggio alla donna che possiede questa qualità potrà donare gladioli, che significano rispetto e quindi in senso traslato deferenza per la forza d'animo dell'amata oppure mimose: l'8 marzo è un dovere, mentre negli atri giorni è un pensiero gentile. La mimosa infatti è una pianta di aspetto delicato, ma che nasconde una vitalità e una forza sorprendenti. Anche la genziana, splendido fiore che nasce tra le avversità, ne è simbolo, così come l'agrifoglio. 

GIOVINEZZA
Secondo il linguaggio dei fiori, la primula rappresenta la giovinezza perché è uno dei primi a sbocciare dopo il periodo invernale; per molti simboleggia la primavera e quindi la speranza di rinnovamento che questa stagione porta con sé. È un piccolo fiore che si trova in vari colori ed è un dono discreto e gentile. 

GRATITUDINE
La dalia è il fiore che rappresenta la riconoscenza ed è il dono indicato quando si vuole ringraziare qualcuno. Importata dal Messico, dopo numerosi tentativi si riuscì a far sbocciare i fiori anche in Europa e divenne il fiore prediletto di Giuseppina Bonaparte , il cui amore si nutriva di ammirazione per Napoleone. 

INDIFFERENZA 
Durante il Medioevo le ragazze che volevano rifiutare un corteggiatore portavano tra i capelli una bocca di leone e per questo in alcune regioni era chiamato '' fior del capriccio ''. Da qui il significato che le è attribuito: non mi importa di te. Il nome tedesco di questo fiore è '' gola di leone '' e in francese muflier che significa muso. Due sono i motivi per cui gli sono stati dati questi nomi: il primo riguarda l'aspetto del fiore che, premuto ai lati, si pare come una bocca; l'altro si riferisce alla forma della capsula contenente i semi, aperta con due fori simmetrici che ricordano il naso di un animale. Purtroppo l'indifferenza è un sentimento molto diffuso e un atteggiamento facilmente assunto; ma in genere è meglio dimostrare sentimenti di altro genere, quindi il significato della bocca di leone può essere tranquillamente disatteso. Ai nostri giorni non si usa portare fiori tra i capelli, se non durante qualche passeggiata in campagna o in montagna, ma le bocche di leone sono curiose per la loro corolla a forma di muso; coloratissime, da sole o con altri fiori possono essere un simpatico dono. Un mazzo di tuberose possono esprimere allo stesso modo indifferenza. Anche l'ortensia, simbolo di freddezza, è un buon modo per esprimere la propria lontananza sentimentale. 

INFEDELTA'
L'infedeltà è palese se regalate del mirto fiorito. La conseguente gelosia è rappresentata da vari fiori: la datura, simbolo di ipocrisia, la calendula, che indica dispiacere e gelosia, e il giacinto giallo, anch'esso emblema di gelosia. Perciò se un uomo regala un mazzo di questi fiori con il fiocco a sinistra, ammette di essere infedele, mentre se il fiocco è a destra accuserà la destinataria di esserlo. Ai nostri giorni però è molto difficile l'invio di fiori con l'intento di esprimere tali significati e chi li riceve può godersi il piacere di questi bei fiori senza rodersi l'animo. 

MODESTIA 
Il simbolo della modestia o, meglio, della riservatezza e dell'innocenza è la violetta; questo significato deriva dal fatto che è un piccolo fiore che sboccia nascosto tra l'erba. È un gradito omaggio perché non impegna chi lo riceve. Fin dall'antichità questo fiorellino è stato celebrato dai poeti e dagli scrittori; è citato ampiamente da Shakespeare in Amleto e in Racconto d'inverno. La violetta è molto amata per il suo profumo cipriato ed è simbolo di ben due città: Atene, dove era considerata il fiore di Zeus, e Parma, dove si produce l'omonimo profumo. Alla violetta è stato attribuito anche un potere benefico e i fidanzati se ne servono per tranquillizzare situazioni a volte troppo tese. 

NOVITA' IN ARRIVO 
Offrire un mazzo di iris multicolori è un messaggio di novità in arrivo. Infatti per la mitologia greca, Iris era la messaggera tra gli dei e gli uomini; la strada che percorreva dall'Olimpo alla terra era l'arcobaleno. Esiste anche un aneddoto più recente che associa il fiore alle novità. Luigi VII di Francia, uscito vittorioso da una battaglia, scelse questo fiore a emblema del suo casato, perché il campo su cui si era svolto il conflitto ne era invaso. Il popolo, allora, lo soprannominò FLEUR-DE-LOUIS ( ' 'FIORE DI LUIGI ''), ma a causa della pronuncia contratta diventò ben presto FLEUR-DE-LYS, cioè '' fiore di giglio ''. La stessa confusione viene fatta anche in Italia: il nome botanico del giglio di Firenze, infatti è IRIS FLORENTINA. 

PERDONO 
La peonia è il fiore da offrire quando ci si vuol far perdonare qualche cosa, o porre rimedio a una situazione difficile e sentimentalmente complicata. Questo fiore rappresenta la timidezza, il pudore e la vergogna, dalla leggenda che narra come Peonia fosse una ninfa che, avendo offeso il proprio onore, fu trasformata in fiore che prese il vergognoso rossore della ninfa. Anche l'ulivo è un chiaro simbolo di riconciliazione, così come il giacinto porpora si dona quando si è commessa una sgradevolezza nei confronti di chi si ama. 

PUREZZA 
I fiori che simboleggiano la purezza sono il giglio bianco e la margherita. Il giglio bianco è il fiore che spesso si trova nelle immagini di santi e sante; ad esempio Sant ' Antonio, San Giuseppe e Sant'Agnese. Una leggenda narra che Maria abbia scelto il suo sposo proprio perché lo aveva notato tra la gente con un giglio tra le mani: questo spiegherebbe perché Giuseppe è spesso raffigurato con un bastone da cui sbocciano dei gigli bianchi. 
La margherita simboleggia la purezza nel senso di serenità, freschezza, semplicità, amore pacato e durevole. Le si attribuiscono facoltà profetiche: sfogliandola, gli innamorati si aspettano di sapere se sono amati. Secondo un'antica usanza inglese, se una bambina raccoglieva un mazzo di margherite a occhi chiusi, il numero dei fiori indicava il numero degli anni che mancavano alle sue nozze. 

RICORDO
La viola del pensiero è la traduzione della parola francese pensée: '' PENSIERO''. È chiaro quindi che questo è il fiore per essere ricordati. Nel SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE DI SHAKESPEARE, questo fiore è considerato un filtro d'amore che fa innamorare la regina delle fate, Titania, di un asino. Il soprannome più romantico di questo fiore è ''tranquillità del cuore'': si credeva infatti che, portando con sé una viola del pensiero, ci si potesse assicurare l'amore dell'innamorata. Non rappresenta soltanto il ricordo, ma anche il potere che ha il pensiero amorosa. 


SILENZIO 
Simbolo del silenzio è la perfetta rosa bianca che rappresenta anche il mistero e la saggezza. Nell'antichità il dio del silenzio era rappresentato da un giovane con il dito indice sulla bocca e una rosa bianca nell'altra mano. I petali di rosa sono sovrapposti in modo concentrico, si raccolgono in un bocciolo centrale che in molte varietà non si schiude mai del tutto: un piccolo e delicato scrigno che non deve essere forzato per nessuna ragione. Anche da questo deriva il significato silenzioso di questo fiore.